Ciao a tutti! Ho un problema importante che spero possiate aiutarmi a risolvere, fra tatuatori ed esperti di tatuaggi!
Partiamo dall'inizio.
Un mese fa, precisamente il 1 giugno, ho fatto il mio primo tatuaggio, un geco sulla caviglia, lungo all'incirca 10cm e largo 5.
Sin da subito ho notato che mentre il tatuaggio guariva perfettamente, la caviglia era molto gonfia, ma non gli ho dato molto peso. Ho letto infatti che a molte persone la caviglia da questo tipo di problema, ma che generalmente passa entro un paio di settimane.
Ora è passato più di un mese.
Il tatuaggio è perfettamente guarito, è liscio, non è in rilievo, non brucia, la pelle è intatta, non è arrossato, ma la caviglia continua a darmi problemi.
Generalmente è leggermente gonfia, in modo quasi impercettibile, ma quando cammino troppo si gonfia fino a diventare quasi un palloncino. Non mi fa male, non mi tira, diventa solo leggermente livida e parecchio gonfia.
Oggi sono andata dalla dottoressa di base e mi ha detto che si tratta di un'irritazione / infiammazione della pelle dovuta alla presenza di un corpo estraneo (l'inchiostro), e mi ha detto di prendere l'antistaminico per un mese.
Non sono eccessivamente preoccupata, la cosa che mi tranquillizza è che se fosse una reazione allergica il tatuaggio non sarebbe guarito così bene, mentre invece è perfetto.
A voi è mai capitato? Può essere che ci sia un'infezione o una reazione allergica anche se il tatuaggio è guarito perfettamente?
Grazie a tutti in anticipo 🙏