Sondaggio: Hai appena ottenuto l'Attestato di Abilitazione all'esecuzione di Tatuaggi.......

Pagina 3 di 3 primaprima 123
Visualizzazione dei risultati da 21 a 26 su 26

Discussione: A bottega o in proprio?

  1. #21
    Member L'avatar di .Shane.
    Iscritto al forum dal
    August 22, 2012, 3:09 am
    Messaggi
    108
    Thanks
    1
    Thanked 7 Times in 5 Posts
    Faccio un discorso personale per non entrare nel merito delle scelte/azioni altrui... ho 21 anni, ho fatto le superiori all'artistico e dopo il diploma ho deciso di andare a fare dei corsi a Milano in una sottospecie di scuola per estetisti.
    Uno è durato due mesi (piercing), l'altro tre (tatuaggio) e alla fine dopo un esame pratico di entrambe le "discipline" mi hanno dato due bei diplomini come contentino, risultato 27/30. Soldi buttati via, in quanto non ho imparato NIENTE che non sapessi già.
    Così, decido di iniziare a cercarmi qualche altro corso, qualcosa che mi dia delle basi solide, ma sono tutti "vieni da me due giorni, mi dai mille euro e siamo a cavallo". Ceeeerto.
    Non mi arrendo, continuo a cercare corsi, cercare apprendistati, cercare un lavoro qualunque che mi dia modo di guadagnare soldi con i quali comprarmi dell'attrezzatura decente... ma non è facile per niente, non si trova nulla, sembra tempo sprecato.
    Nel frattempo ho tatuato pelli finte, pelli di maiale, ribattuto vecchi tattoo sbiaditi e cercato cercato cercato come una pazza qualcuno che mi prendesse a fare l'apprendista, proponendomi anche gratis pur di imparare. Ma niente.
    Poi ho fatto il corso d'igiene a Bologna, sperando potesse darmi quel "qualcosa" per farmi prendere a fare un po' di gavetta. Ma ancora nulla.

    Le cose che mi sono sentita dire più spesso:

    "E con questi pezzi di carta in mano cosa pensi di essere?"
    "Non mi serve una che non sa fare niente"
    "Non ho voglia di starti a spiegare le cose"

    Ora.. una persona che VUOLE seguire gli step, ma NON CI RIESCE perchè non gliene viene data la possibilità, cosa dovrebbe fare?
    Forse si, forse alcuni aprono il tattoo shop perchè hanno visto LA ink su Dmax e si sentono Kat Von D, ma c'è anche chi apre con tutto l'aiuto che chiunque (genitori, parenti) può dargli, semplicemente perchè è fermo da anni ad un punto morto, e se non tatua, se non migliora, si vedrà costretto ad abbandonare il suo sogno e la sua arte per andare a fare un altro lavoro qualsiasi, sempre SE lo trova. Alcuni aprono per disperazione, sapendo che hanno il 90% di possibilità che gli vada male.

    Tutto questo per dire che IO personalmente sto ancora lottando per cercarmi un posto (3 anni che cerco e zero risultati), ma bisogna anche provare a comprendere PERCHE' c'è chi si trova costretto a fare in maniera diversa.

  2. #22
    Newbie
    Iscritto al forum dal
    August 10, 2012, 8:37 am
    Messaggi
    10
    Thanks
    0
    Thanked 0 Times in 0 Posts
    Io sono assolutamente per l'apprendistato, non penso proprio che basti fare pratica con la pelle finta o su cotenna per poter dire di saper tatuare, e poi c'è il rischio di rovinare delle persone, il tatuatore è un artista e non un manovale!

  3. #23
    Junior Member
    Iscritto al forum dal
    November 12, 2011, 3:57 am
    ubicazione
    Pavia
    Messaggi
    30
    Thanks
    2
    Thanked 0 Times in 0 Posts
    Prima di aprire uno studio bisogna essere un professionista con i controcazzi

  4. #24
    Junior Member
    Iscritto al forum dal
    February 16, 2013, 1:46 am
    Messaggi
    32
    Thanks
    0
    Thanked 0 Times in 0 Posts
    Quote Originariamente inviata da .Shane. Visualizza il messaggio
    Faccio un discorso personale per non entrare nel merito delle scelte/azioni altrui... ho 21 anni, ho fatto le superiori all'artistico e dopo il diploma ho deciso di andare a fare dei corsi a Milano in una sottospecie di scuola per estetisti.
    Uno è durato due mesi (piercing), l'altro tre (tatuaggio) e alla fine dopo un esame pratico di entrambe le "discipline" mi hanno dato due bei diplomini come contentino, risultato 27/30. Soldi buttati via, in quanto non ho imparato NIENTE che non sapessi già.
    Così, decido di iniziare a cercarmi qualche altro corso, qualcosa che mi dia delle basi solide, ma sono tutti "vieni da me due giorni, mi dai mille euro e siamo a cavallo". Ceeeerto.
    Non mi arrendo, continuo a cercare corsi, cercare apprendistati, cercare un lavoro qualunque che mi dia modo di guadagnare soldi con i quali comprarmi dell'attrezzatura decente... ma non è facile per niente, non si trova nulla, sembra tempo sprecato.
    Nel frattempo ho tatuato pelli finte, pelli di maiale, ribattuto vecchi tattoo sbiaditi e cercato cercato cercato come una pazza qualcuno che mi prendesse a fare l'apprendista, proponendomi anche gratis pur di imparare. Ma niente.
    Poi ho fatto il corso d'igiene a Bologna, sperando potesse darmi quel "qualcosa" per farmi prendere a fare un po' di gavetta. Ma ancora nulla.

    Le cose che mi sono sentita dire più spesso:

    "E con questi pezzi di carta in mano cosa pensi di essere?"
    "Non mi serve una che non sa fare niente"
    "Non ho voglia di starti a spiegare le cose"

    Ora.. una persona che VUOLE seguire gli step, ma NON CI RIESCE perchè non gliene viene data la possibilità, cosa dovrebbe fare?
    Forse si, forse alcuni aprono il tattoo shop perchè hanno visto LA ink su Dmax e si sentono Kat Von D, ma c'è anche chi apre con tutto l'aiuto che chiunque (genitori, parenti) può dargli, semplicemente perchè è fermo da anni ad un punto morto, e se non tatua, se non migliora, si vedrà costretto ad abbandonare il suo sogno e la sua arte per andare a fare un altro lavoro qualsiasi, sempre SE lo trova. Alcuni aprono per disperazione, sapendo che hanno il 90% di possibilità che gli vada male.

    Tutto questo per dire che IO personalmente sto ancora lottando per cercarmi un posto (3 anni che cerco e zero risultati), ma bisogna anche provare a comprendere PERCHE' c'è chi si trova costretto a fare in maniera diversa.
    Ho votato per l'apprendistato !!
    Sono pienamente d'accordo con te, cerchi di seguire un sogno facendo sacrifici per poter frequentare un corso di tatuaggi e piercing. Una volta che hai ricevuto l'attestato, cerchi uno studio per poter lavorare come apprendistato, ma nulla ti chiudono le porte in faccia. Io e' un anno che ho l'attestato, non sono ancora riuscito a trovare uno studio che mi insegni cose nuove, ora mi sto rassegnando a disegnare, tatuare su pelle sintentica e cotica..ma tra 1 settimana mi tatuo la coscia da solo ( cosa buona e giusta ). Quello che non riesco a capire, molte persone criticano "tatuatori" che ancora devono fare molta strada, il risultato dei lavori e' pessimo, e questo perche ? Perche' purtroppo i tatuatori fanno tutti o quasi i preziosi su questo campo.( con tutto il rispetto dei presenti tatuatori nel forum )
    Nel mondo c'e' chi conosce puo' andare avanti, chi non conosce rimane indietro.
    Quindi ammettiamo che io per i prossimi 4 anni ( avro' girato tutto il mondo ) non trovo un posto dove fare apprendistato cosa devo fare ? Buttare un sogno nel cassetto ? Dove sto dando tutta la mia passione per imparare e crescere ? Bhe' non e' la mia idea di buttare via tutto. Io continuero' a cercare, e perche' no anche a tatuare cose semplici, non vado oltre non avendo maturato esperienza...ovviamente appoggiandomi da questo tatuatore che ho conosciuto, non sto facendo l'apprendistato, consigli me li da' ,ma ad essere sincero se mi capita qualcuno che magari deve fare qualcosa di complicato e che non mi sento all'altezza di fare lo mando da lui, ( un tattoo e' per sempre e anche uno sfregio e' per sempre ) preferisco un tattoo per sempre. Nel tatuaggio non me la cavo molto male ( http://tattoo.tatuatori.com/apprendi...sintetica.html ) quelli su pelle di maiale sono i primi che faccio, poi ci sono quelli su pelle sintetica e come mi ha detto anche alexx sono sulla buona strada...mmmmm buona strada, avendolo letto mi ha dato una grande spinta di imparare tantissimo, volevo tatuarmi il braccio con carpa, carpa drago e drago finale ....che per me tutte e 3 le cose hanno un significato di un sogno che ho raggiunto...sono andato da un buon tatuatore, ovviamente tutto il braccio mi ha chiesto molto, era anche un modo per vedere come poteva lavorare un tatuatore esperto, facendo domande e altro...ma purtroppo questo non lo posso fare, perche' attualmente sono disoccupato e quindi mi devo rassegnare....bhe' un poema :D uno sfogo non so prendetela come volete. Buona lavoro e buona giornata ...

  5. #25
    Newbie
    Iscritto al forum dal
    June 1, 2013, 6:47 pm
    Messaggi
    8
    Thanks
    1
    Thanked 1 Time in 1 Post
    Non sono un tatuatore ma nel mondo del lavoro vigono sempre le stesse regole, gavetta ed apprendistato aiutano sempre moltissimo, aver vissuto in prima persona ciò che poi si dovrà governare rende persone migliori e professionisti più qualificati.

  6. #26
    Newbie
    Iscritto al forum dal
    September 18, 2013, 6:36 pm
    Messaggi
    19
    Thanks
    2
    Thanked 1 Time in 1 Post
    apprendistato (sempre se trovi chi ti riceva, è questo il problema)

Pagina 3 di 3 primaprima 123

Regole d'invio

  • Non puoi inviare nuove discussioni
  • Non puoi inviare repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •