Visualizzazione dei risultati da 1 a 3 su 3

Discussione: Come curare il mio nuovo tatuaggio

  1. #1
    Newbie
    Iscritto al forum dal
    May 30, 2018, 6:58 am
    Messaggi
    1
    Thanks
    0
    Thanked 0 Times in 0 Posts

    Come curare il mio nuovo tatuaggio

    Ovvero: perché' ognuno mi dice una cosa diversa?

    Complimenti, hai appena fatto un nuovo tattoo (forse addirittura il primo) e stai tornando a casa tutto contento, quando già ti assalgono i primi dubbi su come curarlo.
    Prima di tutto, il Tatuatore in genere da' delle indicazioni per portare la sua opera a guarigione ottimale, e spesso lascia un promemoria con i passaggi più' importanti della cura. Potrebbe tuttavia capitare, per la stanchezza o l' emozione del momento, di scordarsi tutto o quasi non appena usciti dallo studio, a questo punto che fare?

    Prima di tutto diamo qualche consiglio su cosa NON FARE:
    1°: evita di chiamare amici e parenti tatuati facendoti dire cosa hanno fatto loro, in questo modo raccoglieresti un sacco di informazioni, a volte in contraddizione l' una con l' altra che, se mescolate e applicate tutte insieme, potrebbero addirittura compromettere il risultato finale.
    2° evita di precipitarti su un forum pubblico chiedendo informazioni a riguardo, perché' per gli stessi motivi di cui sopra potresti ottenere consigli non corretti.
    3° non fare assolutamente “di testa tua”, pensando che se il tattoo e' bello e ben fatto ora allora lo sarà' necessariamente anche dopo la cura, a prescindere da come questa venga eseguita. In realtà' adesso il risultato e' conseguito solo per meta', e curarlo scrupolosamente costituisce un passo importantissimo per ottenere un buon lavoro che sia duraturo nel tempo e valorizzi il lavoro del tuo Tatuatore.

    Un tatuaggio e' un' abrasione superficiale che, a seconda del tipo di pelle e della posizione dove viene realizzato, formerà' delle crosticine (o anche solo delle pellicine, questo può' dipendere dai ritmi di guarigione personali e dalla mano del tatuatore) che sostanzialmente vanno tenute idratate con crema/unguento/olio neutro e mantenute pulite affinché' cadano da sole, lasciando il colore sottopelle in modo stabile. Dopo un primo momento nel quale il nuovo tattoo viene tenuto coperto (che in genere può' variare da 1 ora a 1 giorno), va lavato delicatamente con sapone neutro & lasciato respirare per permettere alla pelle di riprendere il suo normale ciclo di rigenerazione. Durante la cura vanno evitati indumenti eccessivamente attillati, sintetici o che per loro natura possano perdere pelucchi che andrebbero ad appiccicarsi al tatuaggio in guarigione con rischio di infezione (es lana o felpa direttamente a contatto con la pelle). Vanno anche evitate quelle attività' che per la loro natura possono procurare sul nuovo pezzo sfregamenti o sollecitazioni eccessive (come ad esempio gli sport di contatto), cosi' come tutte quelle pratiche che stimolano in modo eccessivo l' epidermide appena tatuata, come l' esposizione ai raggi UVA (naturali o artificiali) e le saune. Per gli stessi motivi e' importantissimo evitare bagni in acqua salata (mare) o clorata (piscina).

    Per ora tutto sembra molto semplice, quindi dove sta il problema? Perché' non esiste una “Cura Universale Per Tatuaggio” che tutti possano seguire tranquillamente?
    Il punto e' che ogni epidermide e' diversa e, a differenza della posizione del corpo e del tipo di tatuaggio eseguito, la cura può' variare anche in modo sostanziale. Inoltre, come spesso succede con le cose semplici, ci possono essere più' modi per ottenere lo stesso risultato, quindi da qui il fatto che alcuni Artisti utilizzano la pellicola, altri la carta, altri ancora non mettono nulla fino dall' inizio. C'è' chi consiglia numerose applicazioni di sottili strati di crema e chi suggerisce di metterla solo 1 o 2 volte al giorno.
    Il Tatuatore che ha eseguito il lavoro e' l' unica figura in grado di darti informazioni corrette, perché' conosce la tipologia della tua pelle e le caratteristiche del tuo specifico tattoo, quindi e' quello che va contattato per primo. In alternativa, se e' ormai sera e non lo trovi in studio o al telefono, una visita al suo sito web potrebbe essere utile per chiarire almeno i primi dubbi, perché' sempre più' spesso i Tatuatori mettono online indicazioni sul tipo di cura che consigliano al fine di non lasciare il cliente completamente abbandonato a se' stesso.

  2. #2
    石の上にも三年 L'avatar di Kobrax
    Iscritto al forum dal
    December 12, 2007, 6:26 pm
    ubicazione
    Firenze
    Messaggi
    7,278
    Thanks
    209
    Thanked 424 Times in 310 Posts
    se è vero che alla guarigione ci si può arrivare in modi diversi, è bene fidarsi e seguire cosa dice chi ha eseguito il lavoro perchè è quello più a conoscenza della tua pelle e di come ci ha lavorato, in più è un professionista, gli amici nella maggior parte dei casi no ;)
    Comunque vedo che è una cosa che si riscontra anche in altri ambiti, spesso sentire troppi pareri confondono solo le idee

  3. #3
    石の上にも三年 L'avatar di Kobrax
    Iscritto al forum dal
    December 12, 2007, 6:26 pm
    ubicazione
    Firenze
    Messaggi
    7,278
    Thanks
    209
    Thanked 424 Times in 310 Posts
    se è vero che alla guarigione ci si può arrivare in modi diversi, è bene fidarsi e seguire cosa dice chi ha eseguito il lavoro perchè è quello più a conoscenza della tua pelle e di come ci ha lavorato, in più è un professionista, gli amici nella maggior parte dei casi no ;)
    Comunque vedo che è una cosa che si riscontra anche in altri ambiti, spesso sentire troppi pareri confondono solo le idee

Regole d'invio

  • Non puoi inviare nuove discussioni
  • Non puoi inviare repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •